Smart working: i consigli per organizzarsi meglio e risparmiare in bolletta

avarie-790935.610x431

Lo smart working, o lavoro agile, è una soluzione che negli ultimi tempi ha caratterizzato la vita di molti lavoratori italiani. Molte aziende continueranno ad operare in questa modalità. Pertanto, è utile capire come ottimizzare le proprie giornate di lavoro a casa e sapere cosa fare per evitare che la bolletta della luce aumenti troppo. Ecco alcuni consigli.

L’organizzazione e l’autodisciplina anche a casa

Lo smart working di per sé non comporta un decisivo aumento del consumo di energia casalingo. Nonostante tutto, con qualche attenzione in più si può riuscire a risparmiare. Per quanto riguarda l’energia elettrica e i consumi derivati dal lavoro agile, è possibile riscontrare ottimi vantaggi grazie ad una valida organizzazione

Bisognerebbe organizzare bene la propria giornata lavorativa, delineando degli orari e un programma da rispettare con autodisciplina. Questo permette di lavorare con meno stress e produrre di più, ma anche di evitare di lasciare per troppo tempo il pc in standby mentre ci si appresta a fare altro. Come ben sapete, lo standby non comporta grossi consumi di energia. Tuttavia, è sempre uno spreco che possiamo evitare giorno dopo giorno, chiaramente insieme ad altri accorgimenti, senza così rischiare troppi aumenti in bolletta.

Smart working: al bando il multitasking

Quando si lavora da casa si può essere più liberi, ma questo non significa fare altre cose mentre si lavora. Il multitasking può comportare errori, perdite di tempo e distrazioni. Al tempo stesso può indurci ad accendere contemporaneamente più dispositivi ed elettrodomestici e, perché no, anche la luce in più di una stanza. Perciò, non solo comporta il rischio di fare male i propri compiti lavorativi, ma porta anche a consumare più energia elettrica. Evitare il multitasking aiuta a seguire con più attenzione il programma giornaliero, a rispettare le scadenze e ad essere più soddisfatti del proprio operato.

Altri consigli da non sottovalutare

Come anticipato, lo smart working non comporta grandi consumi energetici. Pertanto, anche se i suggerimenti che vi abbiamo dato possono aiutarvi su più fronti, non dimenticate che a fare la vera differenza sono tutte le altre nostre abitudini quotidiane. Persino la tariffa che accompagna la fornitura di energia. In alcuni casi, è importante valutare altre tariffe e trovare quella più consona alle proprie abitudini di consumo. Monza e Brianza Gas e Luce è a vostra disposizione per offrirvi una consulenza personalizzata e interessanti soluzioni.

I musei online che possiamo visitare senza uscire di casa

Novembre 10, 2020

Sono diversi i musei del nostro Paese che mettono il loro immenso...

Read More

Riscaldamento e risparmio energetico: i consigli di ENEA

Novembre 10, 2020

L’ENEA, ossia l’Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo...

Read More

Gli interventi ammessi al Superbonus che aiutano a risparmiare energia elettrica

Novembre 10, 2020

Una recente comunicazione dell’Agenzia delle Entrate ha chiarito quali sono gli interventi...

Read More

Cos’è l’APE? Facciamo chiarezza

Novembre 10, 2020

L’APE, Attestato di Prestazione Energetica, è un certificato rilasciato da un tecnico...

Read More
Maggio: 2020
L M M G V S D
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031